Questa versione è stata realizzata dalla collaborazione dei seguenti siti www.joomlaitalia.com | www.joomla.it | www.jmovies.eu | www.luscarpa.eu | www.joomlahost.it |
Home
Attestazione sanitaria integrativa “suini” ai fini export

Attestazione sanitaria integrativa per l’invio al macello dei suini destinati alla produzione di carni e prodotti a base di carne da esportare verso alcuni Paesi terzi.

Nella serata del 20 Settembre, il collega Dr. Zavattini, ci ha aggiornato in merito alla certificazione sanitaria integrativa suini ai fini export. Per gli interessati, troverete in calce, il nuovo modulo in vigore da oggi e la circolare della Regione Lombardia – Giunta Direzione Generale Welfare Veterinaria, contenente chiarimenti in merito.

 

CLICCA QUI PER SCARICARE il Modulo_per_attestazioni_Veterinario_privato 

 

CLICCA QUI PER SCARICARE l'Attestazione sanitaria integrativa - Chiarimenti

 
VALUTAZIONE DEL BENESSERE ANIMALE NELLA SPECIE SUINA

DALLA NEWSLETTER A CURA DELL’ORDINE DEI VETERINARI DI MANTOVA

VALUTAZIONE DEL BENESSERE ANIMALE NELLA SPECIE SUINA – MANUALE ESPLICATIVO PER IL CONTROLLO UFFICIALE

da FVM/SIVeMP Notizie 02/09/19

Il Ministero della Salute, con il supporto del CReNBA – Centro di Referenza Nazionale per il Benessere Animale presso l’IZS della Lombardia e dell’Emilia-Romagna, basandosi sulle normative vigenti in materia di protezione degli animali negli allevamenti e sulle più recenti e autorevoli conoscenze scientifiche, ha sviluppato nuove check-list a disposizione dei veterinari ufficiali, con lo scopo di rendere agevole, autorevole, omogenea e validata la verifica delle condizioni di benessere animale negli allevamenti italiani. L’obiettivo finale dell’applicazione del nuovo protocollo, oltre a consentire l’individuazione di situazioni pericolose per le condizioni di benessere animale, è quello di poter categorizzare in fasce di rischio gli allevamenti e di potersi confrontare con le medie nazionali, regionali e provinciali. Il nuovo sistema permette infatti di classificare gli allevamenti in vario modo, quello più semplice e di immediata comprensione si basa su 3 livelli di rischio (livello 1 = rischio alto, condizione inaccettabile/negativa/di pericolo o stress; livello 2 = rischio controllato o condizione accettabile; livello 3 = rischio basso o condizione ottimale) al fine di poter confrontare i diversi allevamenti sulla base delle stesse valutazioni, garantendo la maggiore oggettività della valutazione delle condizioni di benessere in cui vivono gli animali. Nel manuale sono riportate tutte le osservazioni contenute nella nuova check-list, ognuna preceduta dalla citazione della disposizione normativa che la prescrive oltre che da tutte le indicazioni provenienti da opinioni EFSA o linee guida ufficiali inerenti. Infine, ogni osservazione è seguita da una breve spiegazione sull’argomento, con lo scopo di illustrare più a fondo la condizione da valutare ed aiutare il veterinario valutatore a prendere la decisione migliore.

CLICCA QUI PER SCARICARE IL MANUALE

 
Interazioni tra molecole antibatteriche e fattori che ne possono influenzare l'efficacia terapeutica

Il Gruppo Veterinario Suinicolo mantovano in collaborazione con CEVA Salute Animale ha organizzato lo scorso 28 Giugno un incontro dal titolo: 

“Interazioni tra molecole antibatteriche e fattori che ne possono influenzare l'efficacia terapeutica, un approccio pratico”

- Le interazioni tra molecole utilizzate in suinicultura

- Somministrazione dei farmaci in acqua o mangime: alcune indicazioni pratiche 

Relatori :

Giovanni Re : Farmacologia e Tossicologia Veterinaria - Dpt.di Scienze Veterinarie UniTO

Luciana Montanari : Responsabile premiscele medicate e specialità orali Ceva S.A.

 

Per scaricare le relazioni vai nella sezione Incontri 2019 


ceva_logo

 

 
AASV Orlando 2019

Il Gruppo Veterinario Suinicolo mantovano in collaborazione con Boehringer Ingelheim ha organizzato lo scorso 12 Aprile un incontro dal titolo:

 

“AASV Orlando 2019: Aggiornamenti e novità nel panorama suinicolo nordamericano”

 

Relatori: 

Carlo Lasagna: (Gruppo Martini)

Simone Andreoni: (Boehringer Ingelheim AH Italia)

 

About the AASV

Based in Perry, Iowa, the AASV has approximately 1300 members involved in practice, industry, and academia in more than 40 countries.

It is the mission of the American Association of Swine Veterinarians to:

  • increase the knowledge of swine veterinarians
  • protect and promote the health and well-being of pigs
  • advocate science-based approaches to veterinary, industry, and public health issues
  • promote the development and availability of resources that enhance the effectiveness of professional activities
  • create opportunities that inspire personal and professional growth and interaction
  • mentor students, encouraging life-long careers as swine veterinarians
 

Clicca qui per visitare il sito dell'Associazione AASV

 

Per scaricare le relazioni vai nella sezione Incontri 2019

 

bi_logo

 

 
La Leptospirosi suina: quale situazione in Italia?

Il Gruppo Veterinario Suinicolo mantovano in collaborazione con MSD Animal Health ha organizzato lo scorso 5 Aprile un incontro dal titolo:

 

“La Leptospirosi suina: quale situazione in Italia?”

 

Relatori: 

Mario D’Incau (Reparto Tecnologie Biologiche Applicate. Laboratorio Batteriologia Specializzata, IZSLER)

Mauro Beccalossi (MSD Animal Health)  

 

La leptospirosi è una zoonosi cosmopolita sostenuta da batteri della specie Leptospira interrogans sensu latu (ceppi patogeni), di cui si conoscono circa 230 sierovarianti patogene. È una malattia infettiva che colpisce molte specie di mammiferi domestici e selvatici che possono svolgere il ruolo di serbatoio o ospite accidentale ed eliminare nell’ambiente le leptospire attraverso l’urina.

A seconda della specie e della sierovariante il quadro clinico della malattia può variare da asintomatico a grave, con danni in particolare a fegato e reni. Le specie di interesse zootecnico più sensibili sono bovino e suino, dove il sintomo più frequente è l’aborto. Tra gli animali da compagnia, il cane è il più colpito ed è a rischio di sviluppo di forme gravi quali sindrome uremica e ittero-emorragica.

Nell’uomo la leptospirosi è conosciuta come malattia professionale per allevatori, veterinari, addetti alla macellazione e veterinari addetti all’ispezione delle carni. La malattia è denunciabile e soggetta a provvedimenti sanitari. (Tratto dal sito IZVe delle Venezie)

 

 

Per scaricare le relazioni vai nella sezione Incontri 2019

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 10 di 75

Menu utente

Login Form






Password dimenticata?

Chi e' online